Un regalo


Adagio il mio capo leggero
sulla tua pancia nuda
come fosse un cuscino
sul prato;
vi affondo a occhi chiusi
la faccia, il sorriso
e le dita.
Io sono una bimba
e tu il mio regalo,
una bella sorpresa
in un giorno ordinario;
mi sembra di avere
un enorme pupazzo,
l’abbraccio:
ora sei il mondo,
l’impasto del pane,
il pongo,
e la pasta di sale,
un dolce che lievita in forno
se inspiri più a fondo,
il piacere rotondo
che assaggio di morsi
indolori e di baci,
mi piaci;
un fiore preciso
per il tuo ombelico,
tu ridi;
un cane che gioca
ci viene vicino,
ci annusa,
poi corre di nuovo
lontano;
girandole verdi
ci piovono in testa
dal cielo:
era questa
la pioggia di oggi,
l’allerta angosciante
del meteo?


Valeria Minciullo

14 pensieri su “Un regalo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...