Solitudine


Di tutti questi anni,
del mio amore, del tuo, che resta
se non questa stanza vuota
e un’ombra che si desta
nel debole riflesso di un pensiero.
Più tardi, per le imposte aperte
per Lei della finestra, entrerà la Luna,
s’adagerà sul mio letto
e mi terrà compagnia.

Nessuno intorno a me. Solo le cose,
le foto alle pareti della gente mia,
quella lontana, quella ch’è andata via.
E le tue foto. Com’eri bello qui,
ventenne ancora, quell’aria seria
di chi sa il dolore. Chissà dov’ero allora.
E qui da vecchio, il tuo sorriso giovane,
felice. Del tuo passato triste
non c’è traccia. “Tutto il mondo
– dicevi – è qui, tra le mie braccia.”
M’inondavi d’amore.

Ora che resta. Un’ombra muta
nel debole riflesso d’un pensiero.
A lei mi stringo, perché si adagi
sul mio letto con la luna
e riposi con me.


Aurora Lissandrello

12 pensieri su “Solitudine

  1. E le tue foto. Com’eri bello qui,
    ventenne ancora, quell’aria seria
    di chi sa il dolore. Chissà dov’ero allora.
    E qui da vecchio, il tuo sorriso giovane,
    felice. Del tuo passato triste
    non c’è traccia. “Tutto il mondo
    – dicevi – è qui, tra le mie braccia.”
    M’inondavi d’amore.

    La parte che più mi è piaciuta 😍

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...