La questua gallaratese


Caro Utente Medio di WordPress,

scaltro come sei avrai già capito che ho barato: in realtà avrei dovuto intitolare questo post “Non Conquistammo che… Gallarate”, in ossequio al fatto che sì, si tratta dell’ennesimo spottone per le attività promozionali del mio libro Non Conquistammo Che Sabbia, edito da BiancaeVolta. Ma, punto primo, a questo giro non c’è nulla da conquistare perché non si tratta di una presentazione, bensì di un “firmacopie“. Punto secondo: se lo intitolavo alla solita maniera c’erano meno probabilità che tu venissi a leggere. Nel caso ti stessi domandando cosa sia un “firmacopie”, è quando gli autori famosi incontrano lettori e fan per stringere loro la mano e autografare i libri. A prescindere da quel che ne pensi tu, io non sono – ancora – famoso, quindi c’è il non trascurabile rischio che il “firmacopie” si riveli un buco nell’acqua. Anche perché io a Gallarate (VA), cittadina dove sabato prossimo si svolgerà questo “firmacopie”, non ho nemmeno un biscugino laterale, manco mezzo amico. Dunque, cosa mi aspetta? Passerò praticamente tutta la giornata (dalle dieci del mattino alle sette di sera!) in piedi vicino a un banchetto con esposte alcune copie del mio libro, provando a venderlo agli sventurati che quel giorno metteranno piede in negozio.

Quindi, caro Utente Medio di WordPress, in questa mia non ti sto chiedendo di venire ad ascoltarmi, né tanto meno di accattare. Ma, se sei di buon cuore e vivi nell’hinterland settentrionale di Milano, di portarmi qualche genere di prima necessità (un’arancia, una merendina, anche un plaid o un paio di ciabatte usate) che mi aiuti a sopravvivere alla giornata che mi aspetta.

È un atto caritatevole, è un atto buono, nei confronti di un povero autore non-famoso che affronta il suo primo “firmacopie”. E io lo so che in fondo sei buono, Utente Medio di WordPress, vero? A sabato! Sì? Me lo prometti? Grazie!

Servilmente tuo,

Domenico


Mondadori BookStore
Piazza della Libertà, 2
21013 Gallarate (VA)
Sabato 10 febbraio
dalle 10 alle 19

 


NOTA PER LE PERSONE DI BUON CUORE

Le ciabatte usate erano un’iperbole: anche la sola idea di indossare le tue ciabatte mi fa accapponare la pelle. Però uno snack ci sta. Niente Pavesini, che mi fanno schifo, o cracker sbriciolati, va bene la carità ma no. Mi piace il cioccolato fondente, meglio se di Modica, e se posso evito le porcherie Kinder. La frutta fuori pasto in realtà mi mette tristezza, mi fa sentire frustrato. Pizza e focaccia sono la mia seconda ragione di vita. Vanno bene pure le amiche carine, non si sa mai.


 

10 pensieri su “La questua gallaratese

  1. Leggo e commento regolarmente il tuo blog da oltre un anno. In tutto questo tempo ti ho visto scrivere tanti post – capolavoro, ma questo è senza dubbio una delle gemme più splendenti.

    Mi piace

      1. Purtroppo per me Gallarate è decisamente fuori mano. Ma sono orgoglioso di te, del traguardo che hai raggiunto e di aver iniziato a leggerti su WordPress in tempi non sospetti, intuendo con largo anticipo il tuo talento come scrittore. Ti faccio un grandissimo in bocca al lupo.

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...