Er Buffone


Anticamente, quanno li regnanti
Ciaveveno er Buffone incaricato
De falli ride’, — come adesso cianno
Li ministri de Stato,
Che li fanno sta’ seri, che li fanno —
Puro er Leone, re de la Foresta,
Se mésse in testa de volè’ er Buffone.

Tutte le bestie agnedero ar concorso:
L’Orso je fece un ballo,
Er Pappagallo spiferò un discorso,
E la Scimmia, la Pecora, er Cavallo…
Ogni animale, insomma, je faceva
Tutto quer che poteva
Pe’ fallo ride’ e guadambiasse er posto:
Però er Leone, tosto,
Restava indiferente: nu’ rideva.

Finchè, scocciato, disse chiaramente:
Lassamo annà, nun è pe’ cattiveria,
Ma l’omo solo è bono a fa’ er buffone,
Nojantri nun ciavemo vocazzione,
Nojantri semo gente troppo seria!


Trilussa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...