Chi sei tu?


Ho camminato muto e solitario

Un morto senza delitto

Per tutto il giorno che si accorda

Al soffio del mio cuore per tacere


Ho guardato il cielo diafano impallidire

In un colore tetro, silenzio…

Il giorno annega senza violenza

Ed ho visto la Terra morta insozzarsi


Chi sei tu, tu negro che sogni,

Ho girato la testa senza coraggio

Al suono di una voce sconosciuta senza tregua


Ho camminato a piedi nudi tra i cespugli

I grilli hanno urlato di paura

Il mio sangue è scaturito con ardore

Ed ho saputo espellere quel veleno


Chi sei tu che sogni e canti?

Ho punto la mia gola con una paglia

Ho visto questa voce nella faglia

Gemere, in lenti pianti


Jacques Mampouya

6 pensieri su “Chi sei tu?

    1. concordo con te. in realtà nemmeno io lo “conosco”, è un autore congolese e questa poesia fa parte dell’antologia “Poeti africani anti-apartheid”, uno di quei libricini che provano a venderti per strada. tra molta (comprensibile) retorica ci sono anche parole davvero ispirate, come queste

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...