Porco avvenire


Mi dissi me ne frego dei libri, ed era vero, tuttavia continuavano a preoccuparmi. Sapevo che dietro di essi erano volti e cose più importanti, erano mio padre e mia madre lì tra le pagine come foglie secche, tu giri la pagina, un’altra, ecco una foglia secca, di dove viene, da quanto tempo è qui, una foglia secca, mia madre, e qualche donna era, non importante ma che forse mi aspettava. Se non mi aspettasse. Se fossi sicuro che non mi aspetta. Ma forse mi aspetta. Fa tutto quello che deve fare e mi aspetta. E c’era un lavoro e altre vite possibili. Un lavoro. Quale lavoro. Scrivere. Ma no, l’hai già pensato altre volte per un paio di minuti, tu non sai scrivere.

Sai pensare e fare tutto quello
che si deve scrivere, non sai scrivere.

Mi dissi di non pensare a questo, di non pensare a mia madre, al lavoro, all’avvenire. Porco avvenire, dissi, sono qui e di te me ne infischio, non hai nemmeno un’idea di quanto me ne infischio, tutto quello che è stato e il verde e l’acqua e domani un bacio e io siamo l’avvenire. Ma il fatto di dovermelo dire lì, dietro l’inferriata, pesava molto. Pesava come pesa un amico morto quando lo si tiene su, le mani sotto le ascelle.

Così, coi piedi sul mucchio delle casse, ubriaco ma forse non più tanto, o forse più di prima, con un sonno rimasto in gola come un boccone cattivo marcio, contro la finestra della cantina cominciai a piangere, era maggio di notte e silenzio, piangendo mi dicevo scemo e altro, e sentivo che veramente era suonata l’ora esatta, l’ora di rischiare quella così lunga felicità.

Piansi a lungo, poi mi accorsi di piangere troppo e la cosa mi parve indecente finché smisi. Sentivo solo più il rompersi del fiato nel petto e un freddo leggero che mi saliva le gambe.


Giovanni Arpino

12 pensieri su “Porco avvenire

    1. sì. naturalmente è solo un breve estratto: nel contesto della storia si carica di tutti i significati che Arpino ha già condiviso raccontando senza fronzoli e senza autocompiacimento cos’è la sua “felicità”, e diventa ancora più potente.

      Piace a 2 people

      1. e chi lo sa se siano state davvero sciagure… poi il telefono precedente caduto alla stessa maniera, intenderai.

        Va bene, ti seguo, aspetto prima si completi il backup delle 5473 foto che sto finalmente, miracolosamente, riuscendo a fare nonostante lo schermo sia più nero del tuo gravatar

        "Mi piace"

Rispondi a Vali Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...